You are here:   Home PSICOTERAPIA DISTURBI DISTURBI SESSUALI E DELLA IDENTITA’ DI GENERE
DISTURBI SESSUALI E DELLA IDENTITA’ DI GENERE PDF Stampa E-mail

Disfunzioni sessuali

Una disfunzione sessuale è caratterizzata da un’anomalia del processo che sottende il ciclo di risposta sessuale, o da dolore associato al rapporto sessuale. Il ciclo di risposta sessuale può essere diviso nelle seguenti fasi: a) desiderio: questa fase consiste in fantasie sull’attività sessuale e nel desiderio di praticare attività sessuale; b) eccitazione: questa fase consiste in una sensazione soggettiva di piacere sessuale e nelle concomitanti modificazioni fisiologiche; c) orgasmo: in questa fase si raggiunge un picco di piacere sessuale, con allentamento della tensione sessuale e contrazioni ritmiche dei muscoli perineali e degli organi riproduttivi; d) risoluzione: dove avviene una sensazione di rilassamento muscolare e di benessere generale. I disturbi della risposta sessuale possono verificarsi in una o più di queste fasi: a) disturbi del desiderio sessuale: distinguere tra il disturbo da desiderio sessuale ipoattivo e il disturbo da avversione sessuale; non frequenti come disturbi isolati, sono più spesso associati ad altre disfunzioni; b) disturbi dell'eccitamento sessuale: parziale incapacità a raggiungere o mantenere, fino a completamento dell'atto sessuale, nell’uomo maschio l'erezione e nella donna la reazione di turgore e di lubrificazione; c) disturbi dell'orgasmo: disturbo dell'orgasmo femminile e disturbo dell'orgasmo maschile, eiaculazione precoce; d) disturbi da dolore sessuale: dispareunia e vaginismo; e) disfunzioni psicosessuali non altrimenti specificate.

Andrà sempre valutato se la disfunzione sessuale è dovuta ad una condizione medica generale o all’uso di sostanze. Occorre distinguere: a) tipo permanente, se la disfunzione sessuale è presente fin dall’inizio dell’attività sessuale; b) tipo acquisito se la disfunzione si sviluppa solo dopo un periodo di funzionamento normale; c) tipo generalizzato, se la disfunzione non è limitata a certi tipi di stimolazione, di situazioni o di partners; d) tipo situazionale, se la disfunzione è limitata a certi tipi di stimolazione, di situazioni o di partner.

Parafilie

Serie di condizioni di eccitamento nei confronti di oggetti o di situazioni erotiche che non rientrano nelle modalità normali di eccitazione o di attività sessuale e che possono interferire a vari livelli sulla capacità di svolgere un'attività sessuale reciprocamente affettuosa (per es., esibizionismo,  travestitismo, pedofilia,  voyerismo, masochismo e sadismo sessuale).

Disturbo dell'identità di genere

Si distingue tra: a) disturbo dell'identità di genere della fanciullezza, caratterizzato dal desiderio forte e persistente di essere dell'altro sesso (con esclusione delle condizioni in cui è percepibile la possibilità di ricavare un vantaggio con l'essere dell'altro sesso) e con situazione di marcato disagio per il proprio sesso anatomico; b) transessualismo: vissuti di disagio nei confronti del proprio sesso anatomico, desiderio di sbarazzarsi dei propri genitali (persistenza di tali aspetti per almeno due anni; assenza di anomalie genetiche); c) disturbo dell'identità di genere dell'adolescenza o dell'età adulta, non di tipo transessuale; d) disturbo dell'identità di genere non altrimenti specificato (disturbo dell’identità di genere non classificabile come specifico disturbo dell’identità di genere).

 
Tot. visite contenuti : 895337
Ulti Clocks content
Add to: JBookmarks Add to: Facebook Add to: Mr. Wong Add to: Webnews Add to: Buzka Add to: Windows Live Add to: Ximmy Add to: Del.icoi.us Add to: Google Information

Espressioni del viso

3D Live Statistics
Psicoterapia Cognitiva